“Decreto Controlli” impianti rinnovabili incentivati

“Decreto Controlli” impianti rinnovabili incentivati

Con il Decreto Ministeriale del 31/01/2014 – c.d. Decreto Controlli, il Gestore dei Servizi Energetici – GSE S.p.A. dispone una serie di controlli per l’accertamento delle violazioni nelle richieste di ammissione all’incentivazione degli impianti a fonte rinnovabile

Il Decreto stabilisce le modalità organizzative ed operative dei controlli, le attività in capo ai vari soggetti coinvolti, gli aspetti degli impianti oggetto di controllo e l’elenco delle trasgressioni dalle quali può derivare la sospensione o la decadenza dagli incentivi con l’integrale recupero delle somme già percepite.

Le principali cause di decadenza dall’incentivazione sono:

  • riscontro di dichiarazioni mendaci o documentazione contraffatta trasmessa in fase di richiesta di ammissione alla tariffa incentivante
  • violazione del termine per la presentazione dell’istanza di ammissione e, nel caso in cui sia determinante ai fini dell’accesso degli incentivi, la violazione del termine per l’entrata in esercizio
  • indisponibilità della documentazione da tenere presso l’impianto, nel caso in cui se ne sia già accertata l’assenza nell’ambito di una precedente attività di controllo
  • manomissione degli strumenti di misura dell’energia incentivata
  • alterazione della configurazione impiantistica, non comunicata al GSE, finalizzata ad esempio ad ottenere un incremento dell’energia incentivata
  • interventi di rifacimento e potenziamento realizzati in difformità della normativa vigente
  • inefficacia del titolo autorizzativo per la costruzione ed esercizio dell’impianto
  • insussistenza dei requisiti per la qualificazione dell’impianto, per l’accesso agli incentivi ovvero autorizzativi
  • utilizzo di componenti non adeguate (contraffatte o rubate)

Nel 2015 il GSE ha eseguito 3.464 accertamenti sugli impianti ammessi ai vari meccanismi di incentivazione delle fonti rinnovabili e sugli interventi per l’efficienza energetica che hanno usufruito di agevolazioni.

Sono stati riscontrati violazioni in 504 procedure, pari al 17,5% del totale.

Per maggiori informazioni e verificare se la documentazione relativa all’ammissione dell’incentivazione è completa e corretta, non esitate a contattarci al nr. 0998441860 o tramite l’indirizzo di posta elettronica info@greenergyimpianti.it