L’emergenza COVID riduce le emissioni di CO2, ma solo per ora

L’emergenza COVID riduce le emissioni di CO2, ma solo per ora

L’ultimo periodo ci sta vedendo affrontare una situazione inaspettata, che ha portato un cambiamento repentino nelle attività produttive e una significativa riduzione degli spostamenti di merci e persone.

Diverse fonti segnalano come questo rallentamento delle attività umane abbia portato una riduzione delle emissioni di anidride carbonica (Co2) nell’atmosfera di circa il 6%. Tuttavia, secondo L’Organizzazione Metereologica Mondiale (OMM) questa buona notizia durerà solo per poco tempo: probabilmente, non appena l’economia globale inizierà a riprendersi, i livelli di CO2 torneranno nuovamente a livelli record, così come registrato nel 2019.

Dagli ultimi dati dell’OMM, pubblicati in occasione del 50° anniversario della Giornata della Terra, lo scorso 22 aprile, emerge come negli ultimi 5 anni i livelli di anidride carbonica siano stati superiori del 18% rispetto al quinquennio precedente. Lo studio sottolinea che la diminuzione attuale delle emissioni, pur costituendo un beneficio a livello di inquinamento locale, non avrà nessun impatto positivo sul clima, che viene regolato da dinamiche molto più lente.

Ciò che sta accadendo ci mostra quanto l’attività umana influisca sulle emissioni inquinanti: l’impegno per combattere il cambiamento climatico deve mantenersi alto e non è sufficiente limitare la produzione di gas serra per periodi limitati – così come sta avvenendo in queste settimane – per poter arrestare il  surriscaldamento globale.

Quando tutto tornerà alla normalità avremo l’occasione per ripensare all’economia in chiave green, sta a noi scegliere come ripartire.

Contattaci per maggiori informazioni

☎️ 099 8441860

📞 3298024207

✉️ commerciale@greenergyimpianti.it

 

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *